FLI e le liste pulite (mica tanto). Il caso Franzoni.

nicola franzoniSi fa un gran parlare, in FLI, di liste pulite, salvo poi ritrovarsi in casa un dirigente  ”condannato” in primo grado per lesioni nei confronti di una donna.
Stiamo parlando di Nicola Franzoni, coordinatore della città di Carrara di FLI e già candidato a Sindaco del partito di Fini, nonchè componente del direttivo regionale di Futuro e Libertà per l’Italia.
Si apprende da massacarraranews:

“I fatti risalgono al 2008, quando il candidato a sindaco alle ultime amministrative del maggio 2012 Nicola Franzoni, attuale coordinatore comunale Fli, si rese protagonista di un’aggressione ai danni di una donna insieme all’amico Nicola Fago. Franzoni lavorava nel bar Komodo di via Cairoli a Massa. La sera dell’11 dicembre tra Franzoni, Fago e la Gozzani – madre di Anna Nucci, candidata della Destra alle prossime politiche – è scoppiata un’accesa discussione terminata con una aggressione nei confronti della donna. Quest’ultima sarebbe stata colpita con calci e pugni e fatta allontanare con la forza fuori dal locale. Ancora poco chiari i motivi all’origine della discussione. Secondo la donna si tratterebbe di motivi economici.

La vittima, Marisa Gozzani, riceverà un risarcimento di 1000 euro, oltre ai quali Franzoni dovrà pagare anche una sanzione da 300 euro. “Aspetto di leggere le motivazioni della sentenza – ha commentato a caldo Franzoni – ma certamente ricorreremo in appello. Si tratta di un processo costruito ad arte dagli ambienti dell’estrema destra per tentare di screditarmi?. Il  giudice di pace del tribunale di Massa Vincenzo Lo Cane ha condannato Franzoni per lesioni.

Stai a vedere che ora Fini dirà di non conoscerlo?

franzonifini
* Non perdere neppure un articolo di Falcodestro, diventando fans della nostra pagina di facebook e iniziando a seguirci su twitter.