Breve premessa: il Giudice Giancarlo Giusti, gip a Palmi, pernotta per nove volte all’hotel Brun di Milano, senza pagare mai il conto. Conto di 27 mila euro, secondo gli inquirenti saldato dal boss Lampada per dei viaggi di piacere nel corso dei quali il magistrato si intrattiene con alcune ragazze dell’Europa dell’Est.
I rapporti tra Giusti e Lampada sembrano essere di massima confidenza, e i due parlano di un prossimo viaggio a Milano nel quale il boss, ironicamente, propone di coinvolgere anche il giudice Giglio :

LAMPADA (riferendosi al magistrato Vincenzo Giglio): “…Del nostro Presidente, dobbiamo dire!!… Il Presidente delle misure di prevenzione di tutta Reggio Calabria! Sai che dobbiamo fare?…..”

GIUSTI: “… che facciamo, che facciamo??

LAMPADA: “lo convochiamo qualche giorno su a Milano e lo invitiamo… come la vedi tu?”

GIUSTI: “… minchia!! guarda!! dobbiamo parlarne col medico!!!.”..(ride)…

LAMPADA: non dirgli nulla che ti ho detto che è un mese che non ci sentiamo!

GIUSTI: “… tu ancora non hai capito chi sono io… sono una tomba, peggio di.. ma io dovevo fare il mafioso, non il Giudice… però l’idea di portarci il Presidente a Milano non è male, sai?!… Lo vorrei vedere di fronte ad una stoccona!!”

N.B. Contenuti e testo delle conversazioni sono tratte dal sito:  www.edicoladipinuccio.net